La nostra storia


Da Zero nasce nel 2017 nell’angolo di una stanza, in un piccolo appartamento di Ferrara, con l’umile obiettivo di realizzare e proporre dei prodotti lavabili, riutilizzabili e cuciti a mano per cercare di ridurre i rifiuti.

In una fase in cui la problematica dei rifiuti e della plastica non era ancora molto diffusa in Italia, non è stato facile sensibilizzare le persone sull’argomento. Ma vedere piano piano sempre più persone interessarsi al nostro lavoro ci ha spinto a continuare e, dal semplice sacchetto di stoffa, il catalogo di Da Zero è cresciuto per proporre articoli diversi e più numerosi. Sono arrivate le salviette lavabili, sono tornati i fazzoletti di stoffa come una volta, sono nati i porta-panini riutilizzabili.


Nel 2020 abbiamo scelto di fare un salto in avanti e Da Zero è diventato più grande e completo, senza però dimenticare le sue origini, ovvero le piccole cose, i dettagli e la semplicità.

Oggi, l'obiettivo di Da Zero è di aiutarti nel tuo percorso verso la sostenibilità, in modo semplice e naturale, offrendoti tutti prodotti 100% Made in Italy.
Per questo motivo oltre ai prodotti esclusivi della nostra collezione iniziale abbiamo deciso di inserire altri prodotti realizzati da talentuosi artigiani italiani e piccola realtà del nostro paese.


Morgane Da Zero

Chi é Morgane?

Mi chiamo Morgane Santamarianova e sono la fondatrice, o meglio la testa, le mani e il cuore di Da Zero.

Ho aperto Da Zero nel 2017 spinta da una passione per il cucito, da una forte volontà di creare qualcosa di tutto mio valorizzando l'artigianato e dal mio impegno per la salvaguardia dell'ambiente. Allora l'idea di cucire a mano dei sacchetti di stoffa per fare la spesa sfusa - e venderli - era per alcuni assurda. Io invece credevo molto in questa idea folle, perché dietro al semplice sacchetto c'era molto di più.

Da sempre amo creare e cucire ed è con la mia nonna materna che ho realizzato le mie prime opere in Francia. Grazie ai miei genitori che hanno scelto di vivere in campagna e di trascorrere molto tempo libero al mare, in Bretagna, ho imparato ad apprezzare la bellezza della natura, a rispettarla e si è sviluppato in me una certa sensibilità per le tematiche ambientali. 

Una volta stabilita in Italia è stato quindi naturale riunire questi due aspetti di me e cercare di valorizzare chi, come me, crede in uno stile di vita sostenibile.

Oggi sono quindi la testa di Da Zero perché dietro ad ogni parola scritta o ogni foto scattata ci sono io. Sono anche le mani di Da Zero perché tutti i prodotti firmati Da Zero sono cuciti da me nell'atelier e tutti i DIY proposti sui social sono realizzati da me. Ma sono anche il cuore di Da Zero perché ci metto tutta la mia anima nel portare avanti questo progetto cercando nuovi artigiani o piccole realtà italiane da sostenere e mettere in luce.

L'atmosfera dell'atelier

Per noi, la musica è importante e infatti nel nostro piccolo appartamento abbiamo una chitarra, un basso, una lira e un'arpa celtica. Anche quando lavoriamo, la musica è sempre con noi.

Ascolta quindi le playlist di Da Zero per vivere l'atmosfera dell'atelier. Dalla playlist mattutina motivante alla selezione rilassante del tardo pomeriggio, passando per le canzoni francesi per ricordare casa, condividiamo insieme le nostre emozioni.

Atelier Da Zero